Svetlana Berasneva
Svetlana Berasneva Ecografia - La Spezia

L'ecografia

E’ una tecnica diagnostica che attraverso l’applicazione degli ultrasuoni, visualizza graficamente gli organi interni, la loro forma e le loro eventuali alterazioni.
L'ecografia è una diagnostica assolutamente di poco disturbo per il paziente poiché la sonda ecografica lavora sul corpo senza dare fastidio e l'unica operazione da fare a fine esame è togliere dalla parte esaminata il gel ecografico necessario per un'ottima aderenza della sonda con la pelle.

Gli ultrasuoni hanno una frequenza a partire da 1-2 Mhz per arrivare anche fino ai 20 MHz. Le onde hanno una ben determinata lunghezza d'onda e si propagano ad una certa velocità nel corpo: per maggiori informazioni sulla fisica degli ultrasuoni applicati nella diagnostica vedere questa pagina (my-personaltrainer.it).
Le differenti frequenze (ed anche le differenti sonde ecografiche) vengono impostate in funzione del tipo di indagine da fare e della parte da esaminare tenendo conto che frequenze maggiori hanno un maggiore potere risolutivo dell’immagine ma penetrano meno in profondità nel corpo del paziente.
La classica immagine Ecografica viene costruita convertendo le onde riflesse in segnali la cui luminosità, in tonalità di grigio, è proporzionale all'intensità dell'eco; così tutte le strutture del corpo vengono rappresentate a video con toni che vanno dal nero al bianco. Le zone bianche identificano un'alta riflessione delle onde sonore e definiscono una zona chiamata iperecogena (per esempio un calcolo), mentre le zone nere riflettono meno e determinano una zona ipoecogena (per esempio i liquidi).
L’Ecodoppler, una funzione aggiuntiva dell'ecografo, consente la diagnosi ed il controllo delle malattie vascolari, sia arteriose che venose perché viene visualizzato sia il movimento del sangue nei vasi sanguigni, che la forma dei vasi stessi e quindi le eventuali alterazioni delle pareti vascolari. Se è possibile ottenere dall'ecografo immagini a colori si parla di EcoColorDoppler.

Visite Ecografiche in studio e a domicilio

L'attività principale avviene in studio dove il paziente va ad assumere sul lettino la posizione più idonea ma anche più confortevole per l'esecuzione dell'ecografia.
La visita inizia con un'anamnesi relativa alla situazione clinica attuale e storica del paziente, delle malattie presenti in famiglia e di eventuali farmaci in assunzione quindi della focalizzazione del problema dichiarato dal paziente per il quale si passa alla fase diagnostica all'ecografo.

Eseguo in particolare ecografie ed ecodoppler :
Nelle pagine sopra riportate sono descritte anche le modalità di preparazione, importanti in taluni casi, per un corretto esame ecografico.

Le ecografie a domicilio comportano una verifica col medico di famiglia delle condizioni del paziente in relazione alla preparazione eventualmente necessaria e alla fattibilità dell'esame.